La scuola

Attori in costruzione sotto la Direzione Artistica di Giulio Scarpati, questo è ‘Percorsi d’Attore’, la scuola di recitazione che si propone innanzitutto di accompagnare i suoi allievi nel ‘percorso’ necessario a capire se dietro il desiderio di recitare si nascondono davvero talento e consapevolezza.

Del talento è facile comprendere perché sia importante possederlo. Ma è importane anche avere coscienza della strada che s’intende intraprendere, cosa significa veramente ‘fare l’attore’ : “…sfatando certe convinzioni – spiega Scarpati – eliminando certi aspetti che comunemente si ritengono propri di questa professione e che in realtà non le appartengono e, spesso, addirittura la danneggiano”.

 

 

È questo, dunque, il primo importante traguardo cui sono chiamati gli allievi di ‘Percorsi d’Attore’, ovviamente una volta messi in condizione di farlo, dopo averli dotati degli strumenti e delle potenzialità utili a valutare se stessi .

Ciò accade attraverso lo studio di diverse discipline, attraverso una formazione completa e composita che va dalla dizione alle tecniche di respirazione e di movimento, allo studio delle regole fondamentali dello spazio e della messa in scena, all’analisi e alla costruzione del personaggio, con una particolare attenzione al rapporto dell’attore con la macchina da presa.

A concludere il corso, un’esperienza specifica vissuta su un vero e proprio set con una troupe professionista: la realizzazione di riprese cinematografiche che vedono gli allievi assoluti protagonisti.

 

PERCORSI D’ATTORE 

CINEMA, TEATRO, TELEVISIONE 

CORSO DI RECITAZIONE BIENNALE DIRETTO DA GIULIO SCARPATI 

 

Il corso vuole fornire agli allievi della scuola gli strumenti necessari per valutare le proprie attitudini e capacità. 

Un corso pratico,una palestra creativa per chi volesse coltivare,intraprendere, approfondire la professione dell’attore. 

Un corso diretto ai giovani che nutrono una passione e vorrebbero trasformarla in una professione.  Alla fine del corso sarà lo stesso allievo a rispondere alla domanda: “posso fare l’attore?”. 

 

Durante il primo anno le lezioni si concentreranno sulla preparazione tecnica degli allievi, sullo studio della dizione e della vocalità,sull’uso del corpo, 

sull’approfondimento delle regole fondamentali dello spazio e della messa in scena, sull’improvvisazione e sulla costruzione del personaggio. 

Nel secondo anno si lavorerà sull’analisi del testo teatrale, con relativo montaggio di scene tratte da grandi autori classici e contemporanei, sullo studio del monologo e della poesia. 

Nel corso dei due anni una parte importante è costituita dalla  scoperta della macchina da presa: la capacità che abbiamo di far passare le emozioni grandi e piccole attraverso la lente, l’occhio della macchina. 

Questo lavoro, di cui si occuperà personalmente Giulio Scarpati, avrà il suo compimento, alla fine del secondo anno, nella realizzazione di un corto cinematografico a cui parteciperanno tutti gli allievi che avranno frequentato con assiduità il biennio.  

 

Giulio Scarpati condurrà il corso insieme all’attrice Silvia Luzzi che curerà gli aspetti relativi all’uso della voce, la parola e la lettura a voce alta, alla regista Nora Venturini che si occuperà di improvvisazione e di lettura e interpretazione del testo teatrale e al coreografo Marco Angelilli che insegnerà tecniche del movimento.

 

 

Il corso inizierà a metà Novembre 2019 e terminerà a fine Maggio 2020 e avrà un impegno bisettimanale.

Per maggiori informazioni telefonare al numero 333 6266128.

 

Le date dei colloqui di ammissione verranno pubblicate di volta in volta in Home Page

nella sezione "In evidenza".